Museo Pietro Canonica

menu di accesso facilitato

vai direttamente a:
contenuto. cerca, sezione. lingue, menu. servizi, menu. principale, menu. percorso, menu. piedipagina, menu.

Home > Mostre > La Targa Florio. L'energia di un mito

La Targa Florio. L'energia di un mito

13/04 - 28/05/2006

La Targa Florio. L'energia di un mito

Arte, cultura e imprenditorialità nella corsa più antica del mondo

La mostra celebra il centenario della Targa Florio, la mitica corsa ideata da Vincenzo Florio la cui prima edizione si tenne nel 1906.

La storia della più antica competizione del mondo è strettamente legata ai fatti e alle vicende della famiglia Florio che da Bagnara Calabra si trasferisce nel 1799 a Palermo, divenendo, a metà del XIX secolo, una delle più famose e potenti dinastie economiche di Europa.
La famiglia Florio è peraltro già presente nel Museo Canonica dove è conservato il prestigioso ritratto di donna Franca Jacona di san Giuliano, moglie di Ignazio Florio e cognata di Vincenzo, l’ideatore della Targa Florio, un busto in marmo eseguito con grande maestria da Pietro Canonica nel 1904 in cui è colto il carattere volitivo ed altero della nobildonna siciliana, celebre per la sua bellezza e per il suo fascino.
La mostra espone per la prima volta prestigiose testimonianze della storia e dello sviluppo della “corsa più antica del mondo”, provenienti dall’Italia e dall’estero, fondamentali per conoscere quell’importante tessuto di arte, cultura ed imprenditorialità che il mondo della Targa Florio ha creato e sviluppato nel corso di questi 100 anni. Varia è la gamma degli oggetti offerti all’ammirazione del pubblico grazie alla disponibilità della Fondazione Targa Florio, ma anche di privati e Istituzioni. Si tratta di oli e tempere, di illustri artisti dell’epoca come Anastasi, Boccioni, Bradley, Crosby, Gregorietti, Taquoy, bronzi, sculture oltre automobilia, auto e moto. Sono presenti circa 20 manifesti e locandine, opera di Dudovich, Terzi e Marinetti. Le prime rarissime copie della rivista della Targa Florio, Rapiditas, alla quale collaborarono i migliori grafici e illustratori italiani dell’epoca tra cui Duilio Cambellotti.
In mostra sono presenti, oltre alla prima targa opera di Lalique, le targhe in bronzo di Cambellotti e di Dropsy, opere di Balla e Dottori, memorabilia e automobilia inedite e l’Alfa di Sivocci che diede vita al mitico “Quadrifoglio”.

Informazioni

Luogo
Museo Pietro Canonica
Altre informazioni

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica
Altri Patrocini: Ministro delle Attività Produttive, Ministro degli Esteri, delle Comunicazioni, della Regione Sicilia, della Provincia e del Comune di Roma

Organizzazione

Zètema Progetto Cultura in affidamento dal Comune di Roma

torna al menu di accesso facilitato.